lexique commerce international
Cerchi un rappresentante o un agente fiscale?

Il nostro team ti offre un incontro gratuito e non vincolante per analizzare le tue esigenze

i nostri strumenti

Come verificare un numero di partita IVA intracomunitaria?

Vuoi sapere come verificare un numero di partita IVA intracomunitaria? Sei nel posto giusto! Ti offriamo uno strumento di verifica semplice e veloce per convalidare un numero di partita IVA in uno dei 27 Stati membri dell’UE e nell’Irlanda del Nord. Vi informiamo anche su cosa fare se il numero non è valido.

 

Per confermare la validità del numero di partita IVA intracomunitaria di un cliente o di un fornitore, non c’è niente di più facile: selezionare il Paese in cui è registrato e inserire il numero di partita IVA da convalidare. 

Verifica la validità di una partita IVA intracomunitaria

Le numéro de TVA intracommunautaire est Valide Invalide

Validation du numéro de TVA par le VIES :
Etat membre :
Numéro de TVA :
Nom de l'entreprise :
Adresse :

Consultate la nostra tabella più in basso in questa pagina per verificare che la struttura del numero di partita IVA corrisponda al formato in vigore nel vostro Paese. Un risultato non valido non significa necessariamente che il vostro partner stia agendo in malafede. È bene sapere che i sistemi di registrazione dell’IVA variano da Paese a Paese: può darsi che l’azienda abbia un numero di partita IVA nel proprio Paese ma che non sia stato attivato per le transazioni intracomunitarie, o semplicemente che non sia ancora stato integrato nei database utilizzati dal VIES (VAT Information Exchange System). Se l’azienda conferma la propria identificazione IVA ma il numero non è valido, dovrete chiederne la prova prima di fatturare l’IVA e fare le vostre dichiarazioni (DEB, DES, Intrastat): chiedetegli di contattare le autorità fiscali del suo Paese.

Qual è lo scopo del sistema VIES?

Il nostro strumento di verifica del numero di partita IVA utilizza gli stessi database del sistema VIES. Che cos’è? VIES è un motore di ricerca creato dalla Commissione europea. Controlla la validità dei numeri di partita IVA intracomunitari consultando le banche dati dei 27 Paesi dell’UE e dell’Irlanda del Nord. Ogni Stato membro elenca le società identificate ai fini dell’IVA nel proprio Paese, in particolare per gli scambi intracomunitari di beni e servizi. Lo strumento VIES fornisce un collegamento tra queste banche dati nazionali: è uno strumento unico per controllare le partite IVA intracomunitarie registrate in 28 Paesi (UE e Irlanda del Nord). 

Che cos'è un numero di partita IVA intracomunitario?

Si tratta di un numero di identificazione individuale assegnato a tutte le aziende europee che devono pagare l’IVA: tutti i soggetti passivi dell’UE hanno un numero di partita IVA intracomunitario nel proprio Paese. Viene assegnato dalle autorità fiscali nazionali (il SIE in Francia) al momento della registrazione della società o in base alle sue attività. 

Il numero di partita IVA intracomunitario è quindi individuale, per azienda e per Paese. Ogni soggetto passivo è identificato ai fini dell’IVA nel proprio Paese, ma può anche avere un numero di partita IVA in altri Stati membri a seconda delle transazioni effettuate.

Il mandatario fiscale: protagonista dell'IVA intracomunitaria

Eurofiscalis si occupa delle vostre registrazioni e dichiarazioni IVA in tutti i Paesi dell’Unione Europea.

Qual è la struttura delle partite IVA intracomunitarie?

La struttura delle partite IVA intracomunitarie è diversa in ogni Paese. Prima di utilizzare il nostro strumento di convalida, potete innanzitutto verificare che il numero di partita IVA del vostro cliente sia conforme al formato in vigore nel suo Stato membro. 

Struttura delle partite IVA intracomunitarie nei 27 Stati membri

STATO MEMBRO 

CODICE PAESE

STRUTTURA DEL NUMERO DI PARTITA IVA 

Germania

DE 

9 cifre

Austria

AT 

Lettera U + 8 cifre 

Belgio

BE 

Cifra 0 + 9 cifre

Bulgaria

BG 

9 o 10 cifre

Cipro

CY 

8 cifre + lettera L 

Croazia

HR 

11 cifre 

Danimarca

DK 

8 cifre

Spagna

ES 

9 caratteri  

(il primo o l’ultimo possono essere una lettera : formato ES X9999999X) 

Estonia

EE 

9 cifre

Finlandia

FI 

8 cifre

Francia 

FR 

2 cifre (chiave informatica) + 9 cifre (SIREN) 

Grecia

EL 

9 cifre

Ungheria

HU 

8 cifre

Irlanda

IE 

7 cifre + 1 o 2 lettere

Italia

IT 

11 cifre 

Lettonia

LV 

11 cifre

Lituania

LT 

9 o 12 cifre

Lussemburgo 

LU 

8 cifre

Malta

MT 

8 cifre

Paesi Bassi

NL 

11 cifre + lettera B 

Polonia

PL 

10 cifre

Portogallo

PT 

9 cifre

Repubblica Ceca

CZ 

8, 9 o 10 cifre

Romania

RO 

Da 2 a 10 cifre

Slovacchia

SK 

10 cifre

Slovenia

SI 

8 cifre 

Svezia

SE 

12 cifre

 

Il mandatario fiscale: protagonista dell'IVA intracomunitaria

Eurofiscalis si occupa delle vostre registrazioni e dichiarazioni IVA in tutti i Paesi dell’Unione Europea.

Struttura delle partite IVA intracomunitarie nell'Irlanda del Nord

Avete un cliente o un fornitore in Irlanda del Nord che vi ha trasmesso un numero di partita IVA che inizia con “XI”? Dovete sapere che, nonostante l’uscita dall’UE, queste imprese irlandesi sono ancora soggette al sistema dell’IVA intracomunitaria per i beni. Quando si scambiano beni con imprese con sede nell’UE, a queste ultime viene attribuito uno specifico numero di partita IVA intracomunitario che inizia con il nuovo codice paese “XI” creato con la Brexit. Pertanto, quando vendete merci a un cliente in Irlanda del Nord, questi deve darvi un numero di partita IVA che segua questa struttura:

 

Codice paese “XI” + 9 cifre

 

Il nostro strumento consente di verificare la validità di questi numeri di partita IVA XI.

Qual è lo scopo di un numero di partita IVA intracomunitario?

Il vostro numero di partita IVA deve comparire sulle vostre fatture, sulle vostre dichiarazioni IVA e sulle vostre dichiarazioni di scambio di beni o servizi con altri Stati membri dell’UE. L’identificazione IVA è obbligatoria per tutte le operazioni intracomunitarie effettuate.

 

Perché è necessario farlo? Nell’ambito delle vostre consegne intracomunitarie B2B, dovete emettere una fattura al netto dell’IVA: l’IVA viene autoliquidata dal vostro cliente nel suo paese. Per poter fatturare in esenzione di IVA, è necessario soddisfare le tre condizioni definite dal Quick Fixes 2020:

Se il tuo cliente non ti ha inviato la sua partita IVA o se non è valida, non puoi fatturare IVA esclusa: devi emettere fattura comprensiva di IVA con l’IVA del tuo paese.

Questa regola IVA prevede che il fornitore abbia un numero di partita IVA nel Paese di partenza e il cliente nel Paese in cui viene consegnata la merce. Se spedite merci da un altro Stato membro, dovrete identificarvi per l’IVA in quel Paese. Questo vale anche per le vendite locali, i trasferimenti di scorte o le importazioni in un altro Paese dell’UE.

 

In generale, è necessario disporre di un numero di partita IVA intracomunitario in tutti gli Stati membri in cui si è soggetti all’IVA e agli obblighi dichiarativi (dichiarazioni IVA locali e Intrastat).

Come ottenere un numero di partita IVA in un altro Stato membro?

È possibile richiedere un numero di partita IVA intracomunitario in un altro Stato membro contattando le autorità fiscali locali. Le procedure variano da Paese a Paese. Dovete anche sapere che potete ricorrere alla rappresentanza fiscale. È obbligatorio se avete sede in un Paese terzo come la Svizzera. Il rappresentante o mandatario fiscale si occuperà della registrazione IVA e di tutti gli obblighi fiscali e di rendicontazione nel Paese.

Cerchi un rappresentante o un agente fiscale?

Il nostro team ti offre un incontro gratuito e non vincolante per analizzare le tue esigenze