Accise, IVA e commercio elettronico | Rappresentante fiscale accreditato in Francia

Gestione accise e IVA
You are here:

⚡Anche la vendita di alcool e bevande alcoliche è influenzata dallo sviluppo del commercio online. Norme specifiche si applicano alla vendita, da parte di un professionista, di prodotti soggetti ad accisa acquistati, a distanza, da una persona fisica per il suo consumo personale. In questa pagina, spieghiamo in dettaglio come funzionano le regole applicabili ai prodotti soggetti ad accisa nell’e-commerce.

La vendita online di prodotti soggetti ad accisa può riguardare diverse situazioni:

  • Un professionista stabilito in un altro Stato membro dell’Unione europea che vende ad una persona fisica francese;
  • Un professionista francese che vende ad una persona stabilita in un altro Stato membro dell’Unione europea;
  • Un professionista francese che vende ad un privato francese.

Nei primi due casi, si applicano le disposizioni della Direttiva 2008/118/CE relative alla vendita a distanza. Il terzo caso rientra nelle sole disposizioni del Codice Generale delle Imposte (CGI). Con Eurofiscalis possiamo supportarti nelle tue vendite interessate dai primi due casi.

Guida alle accise in Francia
1. Introduzione 2. Obbligo di una società dell'UE 3. Funzionamento del servizio di accise 4. Obblighi relativi alle accise sul commercio elettronico 5. Obbligo di una società francese 6. FAQ : Domande frequenti 7. Classificazione delle bevande

Obbligazioni di una società situata in uno stato membro dell'Unione Europea (Francia esclusa) che vende prodotti soggetti ad accisa a privati in Francia.

Esempio : una società con sede nei Paesi Bassi che vende whisky a privati in Francia. La merce viene spedita dai Paesi Bassi direttamente alla persona francese.

Dovete obbligatoriamente designare un rappresentante fiscale in materia di accise accreditato dalle dogane. La buona notizia è che Eurofiscalis è uno dei pochi rappresentanti accreditati.

Il ruolo del rappresentante fiscale è quello di espletare le formalità di dichiarazione, pagare le accise per vostro conto e tenere la contabilità delle vostre consegne. Oltre agli obblighi relativi alle accise, il rappresentante è responsabile dei tuoi obblighi relativi all’IVA francese. È importante ricordare che in caso di vendita a distanza di prodotti soggetti ad accisa in Francia, è necessario pagare l’IVA francese.

Tutte le vendite in Francia di prodotti soggetti ad accisa sono soggette al 20% di IVA. Tali dazi, tasse ed eventuali contributi sociali sono dovuti a causa dei rischi che l’uso incontrollato di questi prodotti comporta per la salute.

Funzionamento del nostro servizio speciale di accise e-commerce

Per assistere i nostri clienti nel loro sviluppo internazionale, offriamo un servizio dedicato agli obblighi di dichiarazione delle accise. Il nostro servizio di rappresentanza fiscale in materia di accise comprende:

  • Nomina della nostra società come rappresentante fiscale
  • Utilizzo della nostra cauzione presso le dogane francesi
  • Presentazione della dichiarazione mensile di accise
  • Pagamento delle accise per vostro conto
  • Tenuta della contabilità
  • Assistenza con la dogana francese in caso di ispezione fiscale o doganale
Richiesta di preventivo

Siamo a tua disposizione per rispondere alle tue domande e stabilire un preventivo.

  • Preventivo gratuito
  • Risposta di un esperto
  • Semplicità ed efficienza
  • Risposta entro 48 ore
  • Senza impegno
  • Emergenza : chiamaci
  • Preventivo personalizzato
  • Multilingue
  • Docusign©

Obblighi del venditore in caso di vendita soggetta ad accisa nel commercio elettronico

In qualità di venditore, devi anche stabilire un documento commerciale per ogni spedizione. Questo documento deve includere le seguenti informazioni:

  • Il nome, denominazione o ragione sociale e indirizzo del mittente;
  • Il nome e l’indirizzo del destinatario dei prodotti sottoposti ad accisa;
  • L’indirizzo del luogo di consegna dei prodotti, se diverso dall’indirizzo del destinatario;
  • La natura e le quantità dei prodotti trasportati;
  • Il numero di identificazione, cognome, nome o ragione sociale e indirizzo del tuo rappresentante fiscale;
  • L’ufficio doganale di riferimento del tuo rappresentante fiscale in Francia;
  • Il numero della cauzione del suo rappresentante fiscale.

Questo documento deve accompagnare ciascuna delle vostre spedizioni. Deve quindi essere apposto all’esterno del pacco o essere posizionato all’interno. Se tale obbligo non viene rispettato, la merce rischia di essere confiscata dalle dogane e dalle accise reclamate al destinatario.

Obblighi di una società francese che vende prodotti soggetti ad accisa a persone fisiche situate in un altro Stato membro dell'Unione europea

Esempio : una società francese vende vino a privati con sede in Germania. La merce viene spedita dalla Francia direttamente al privato tedesco.

Per vendere a una persona fisica residente in un altro Stato membro dell’Unione Europea, devi prima di tutto fare riferimento alla normativa in vigore in quello Stato membro. Infatti, le formalità applicabili alla vendita a distanza non sono armonizzate nell’Unione europea e ogni Stato membro attua le proprie formalità. Allo stesso modo, la designazione di un rappresentante fiscale non è obbligatorio in tutti gli Stati membri.

Ricorda che in caso di vendita a distanza di prodotti soggetti ad accisa in un altro Stato membro, devi avere un numero di partita IVA locale e pagare l’IVA in quello Stato membro

Per rispettare la legge francese, hai un solo obbligo: stabilire un documento commerciale (modulo d’ordine, bolla di consegna, fattura o altro) per ogni spedizione.

Eurofiscalis è accreditata per la dichiarazione e il pagamento delle accise in Francia, Germania, Belgio, Spagna, Danimarca e Paesi Bassi. Contattaci per avere maggiori informazioni sui nostri servizi.

FAQ | Accise, IVA e rappresentante fiscale

Perché devo pagare le accise nello Stato membro del mio cliente quando ho acquistato il prodotto con accise incluse dal mio fornitore? Non è questa doppia imposizione?

Questo meccanismo di prefinanziamento fiscale è obbligatorio per la circolazione dei prodotti soggetti ad accisa in regime di “dazio pagato”.

Le normative europee stabiliscono il principio della tassazione nello Stato membro di consumo. Per questo motivo, devi pagare l’accisa nello Stato membro in cui consegni il prodotto. Non sarai tassato due volte, perché una volta che il prodotto sarà stato consegnato al tuo cliente, potrai richiedere il rimborso delle accise pagate in Francia. Pertanto, avrai pagato l’accisa solo in uno Stato membro.

Il mio sito vende prodotti a privati ma anche a professionisti. Questi due tipi di vendita sono soggetti alle stesse regole?

No, le vendite su Internet di prodotti soggetti ad accisa non sono soggette alle stesse regole a seconda che il cliente sia una persona fisica o un professionista. Le disposizioni incluse nell’approccio “Dichiara le tue vendite online di bevande alcoliche” si applicano solo alle vendite a privati. Quando vendi a professionisti, si applicano regole diverse.

I professionisti che desiderano spedire o ricevere prodotti con sospensione delle accise devono utilizzare uno dei vari regimi di accise sospensive. Per beneficiare di questo regime sospensivo, sarà necessario ottenere un’autorizzazione dalla dogana del paese di partenza o di arrivo.

La natura dell’autorizzazione dipende dalle attività dell’operatore che la richiede.

  • Il depositario autorizzato può produrre, trattare, trattenere, ricevere e spedire prodotti in sospensione d’accisa in un deposito fiscale
  • Lo spedizioniere registrato può spedire prodotti precedentemente importati, con sospensione delle accise
  • Il destinatario registrato può ricevere prodotti in sospensione d’accisa, al fine di pagare l’accisa

La spedizione di prodotti sospesi può essere effettuata solo ad un destinatario registrato o un depositario autorizzato.

Eurofiscalis può fornirti competenze specifiche per questo tipo di vendite tra professionisti. La circolazione in regime sospensivo è coperta da un documento elettronico di accompagnamento “DAE”. Questo documento rilasciato nel paese di partenza dal venditore fornirà tutti i dettagli della merce trasportata. Il destinatario registrato o il depositario autorizzato sarà responsabile dello sdoganamento di questo “DAE” e pagherà le accise al momento dell’immissione in consumo.

Classificazione dei prodotti soggetti ad accisa

Bevande alcoliche

Le bevande alcoliche includono vini, liquori, sidri, perries, prodotti intermedi, premiscele e liquori. Un’attività economica che coinvolge bevande alcoliche è spesso accompagnata da molte questioni normative relative alle accise.

I controlli possono ancora essere effettuati durante la circolazione delle merci da uno Stato membro all’altro. Le accise sono sempre destinate alla tesoreria dello Stato membro in cui le merci vengono consumate.

Il codice della sanità pubblica considera le bevande alcoliche qualsiasi bevanda con un contenuto alcolico pari o superiore a 0,5% vol.

I testi comunitari consentono di conoscere i tassi di alcol e bevande alcoliche : Direttiva n°92/83/CEE e Direttiva n°92/84/CEE.

Troverai informazioni precise nella nostra sezione che elenca i diritti in vigore in Francia. Queste tariffe vengono aumentate ogni anno dal governo pari al valore dell’inflazione ufficiale definito dall’INSEE.

È stato istituito un contributo sociale obbligatorio per le bevande con una gradazione alcolica superiore a 18% vol. Si prega di notare che anche le miscele di alcol e le miscele di alcol e bevande analcoliche sono soggette ad accise, queste sono incluse nella famiglia delle premiscele : art. 1613 bis du CGI.

Bevande analcoliche, dolci e zuccherate

Inoltre, alcuni Stati membri dell’Unione Europea, compresa la Francia, impongono dazi specifici sulle bevande analcoliche e contributi sulle bevande dolci e zuccherate

Acqua minerale naturale, acqua di sorgente e altra acqua potabile, acqua di laboratorio, nonché bevande gassate o non gassate non superiori a 1,2% vol. consegnati contro pagamento o gratuitamente in botti, bottiglie o scatole.

Questi dazi e contributi sono dovuti da produttori, importatori e società che devono effettuare acquisti intracomunitari su tutte le quantità consegnate sul territorio francese. La stessa bevanda può essere soggetta a più tasse contemporaneamente.

Eurofiscalis ti offre pieno supporto per i tuoi file, permettendoti di soddisfare gli obblighi di rendicontazione relativi alla commercializzazione di bibite, bevande zuccherate e acqua minerale. Ci occupiamo della gestione dei DAE, della dichiarazione e del pagamento dei diritti e dei contributi francesi: articolo 520 A del CGI, articolo 1613 quater del CGI, articolo 1613 ter del CGI

Le birre

Che siano scure, bionde, ambrate, dolci, forti o speciali, le birre sono incluse in due categorie distinte per il calcolo dell’imposta.

  • Le birre il cui titolo alcolometrico volumico acquisito non supera i 2,8% vol. nonché refrigeratori (miscele di birre e bevande analcoliche con titolo alcolometrico volumico acquisito compreso tra 0,5% e 2,8% vol.).
  • Le birre con titolo alcolometrico volumico superiore a 2,8% vol.

Troverete l’importo dell’accisa nella tabella riepilogativa delle varie tariffe per le bevande: Articolo 520 A.

Bevande alcoliche

Bevande alcoliche

Le bevande alcoliche includono vini, liquori, sidri, perries, prodotti intermedi, premiscele e liquori. Un’attività economica che coinvolge bevande alcoliche è spesso accompagnata da molte questioni normative relative alle accise.

I controlli possono ancora essere effettuati durante la circolazione delle merci da uno Stato membro all’altro. Le accise sono sempre destinate alla tesoreria dello Stato membro in cui le merci vengono consumate.

Il codice della sanità pubblica considera le bevande alcoliche qualsiasi bevanda con un contenuto alcolico pari o superiore a 0,5% vol.

I testi comunitari consentono di conoscere i tassi di alcol e bevande alcoliche : Direttiva n°92/83/CEE e Direttiva n°92/84/CEE.

Troverai informazioni precise nella nostra sezione che elenca i diritti in vigore in Francia. Queste tariffe vengono aumentate ogni anno dal governo pari al valore dell’inflazione ufficiale definito dall’INSEE.

È stato istituito un contributo sociale obbligatorio per le bevande con una gradazione alcolica superiore a 18% vol. Si prega di notare che anche le miscele di alcol e le miscele di alcol e bevande analcoliche sono soggette ad accise, queste sono incluse nella famiglia delle premiscele : art. 1613 bis du CGI.

Analcoliche, dolci e zuccherate

Bevande analcoliche, dolci e zuccherate

Inoltre, alcuni Stati membri dell’Unione Europea, compresa la Francia, impongono dazi specifici sulle bevande analcoliche e contributi sulle bevande dolci e zuccherate

Acqua minerale naturale, acqua di sorgente e altra acqua potabile, acqua di laboratorio, nonché bevande gassate o non gassate non superiori a 1,2% vol. consegnati contro pagamento o gratuitamente in botti, bottiglie o scatole.

Questi dazi e contributi sono dovuti da produttori, importatori e società che devono effettuare acquisti intracomunitari su tutte le quantità consegnate sul territorio francese. La stessa bevanda può essere soggetta a più tasse contemporaneamente.

Eurofiscalis ti offre pieno supporto per i tuoi file, permettendoti di soddisfare gli obblighi di rendicontazione relativi alla commercializzazione di bibite, bevande zuccherate e acqua minerale. Ci occupiamo della gestione dei DAE, della dichiarazione e del pagamento dei diritti e dei contributi francesi: articolo 520 A del CGI, articolo 1613 quater del CGI, articolo 1613 ter del CGI

Birre

Le birre

Che siano scure, bionde, ambrate, dolci, forti o speciali, le birre sono incluse in due categorie distinte per il calcolo dell’imposta.

  • Le birre il cui titolo alcolometrico volumico acquisito non supera i 2,8% vol. nonché refrigeratori (miscele di birre e bevande analcoliche con titolo alcolometrico volumico acquisito compreso tra 0,5% e 2,8% vol.).
  • Le birre con titolo alcolometrico volumico superiore a 2,8% vol.

Troverete l’importo dell’accisa nella tabella riepilogativa delle varie tariffe per le bevande: Articolo 520 A.

Richiesta di preventivo

Siamo a tua disposizione per rispondere alle tue domande e stabilire un preventivo.

  • Preventivo gratuito
  • Risposta di un esperto
  • Semplicità ed efficienza
  • Risposta entro 48 ore
  • Senza impegno
  • Emergenza : chiamaci
  • Preventivo personalizzato
  • Multilingue
  • Docusign©